Al nord Italia sembra di essere tornati a marzo, tra acquazzoni e temperature altalenanti e, durante i brevi attimi di tregua, i bambini hanno ancora più voglia di uscire di casa per giocare all’aria aperta.

Purtroppo noi genitori abbiamo il brutto vizio di rimuovere i nostri ricordi di bambini e crediamo che, per stupirli e renderli felici, si debba portarli per forza in un fantasmagorico parco divertimenti o su un toboga di dieci chilometri. Invece spesso basta davvero poco per passare qualche ora in spensieratezza tutti insieme.

Ecco qualche idea che saprà coinvolgere grandi e piccini:

1. Foto-Safari in bicicletta. Tutti i bambini adorano andare in bicicletta e, per rendere questa attività ancora più particolare, ci si può attrezzare di fotocamera digitale per immortalare tutto ciò che i bambini vedono durante il tragitto: un prato fiorito, un campo di pannocchie, un ruscello, un ponte, un monumento o qualunque altra cosa che i piccoli ritengano interessante o bella da vedere. A fine giornata sarà bello riguardare tutti insieme le fotografie scattate e magari creare un album dei ricordi.
2. Giardinaggio. Se avete un giardino e dovete fare un po’ di manutenzione, i bambini saranno felici di aiutarvi. Potete coltivare insieme una piantina o semplicemente far raccogliere loro le foglie della siepe o l’erba tagliata. Anche i più piccoli si divertiranno a riempire i sacchi e magari anche a svuotarli in mezzo al prato…
3. Gavettoni. Il palloncino pieno d’acqua è un sempreverde. Piace a tutti e può essere una variante di molti giochi di gruppo in cui si utilizza la palla. Si può fare in giardino oppure in un parco ma… portate i vestiti di ricambio!
4. Pic-nic al parco. Tutti in sella alla bicicletta e zaino in spalla per un pranzo domenicale in mezzo al verde. Bastano una tovaglia colorata e qualche panino (anche con la Nutella) per un pranzo alternativo e decisamente low cost.
5. Far volare gli aquiloni. In una giornata soleggiata e un po’ ventilata potete proporre ai bambini di far volare gli aquiloni. Trascorrerete almeno un paio d’ore di divertimento, spiegando ai bambini la tecnica e aiutandoli a mantenere gli aquiloni in aria con una bella corsa in una prato.

acquilone

6. Bolle di sapone giganti. Preparate con i bambini, un paio di giorni prima, il cocktail per le bolle mixando 12 bicchieri di acqua, un bicchiere di sapone liquido per i piatti e 1/3 di bicchiere di glicerina liquida (la trovate in farmacia) e lasciate riposare per 2 giorni. Utilizzate il filo di ferro per creare dei cerchi di diversi dimensioni. Basterà immergerli nel secchio contenente il vostro cocktail e correre per creare bolle giganti.
7. Andare a pescare. Se siete appassionati di pesca e avete tutto l’occorrente, perché non portare anche i bambini? Magari scegliete un luogo poco affollato, per non disturbare gli altri pescatori e una postazione vicino all’ombra… così che la mamma possa rilassarsi leggendo un bel libro…
8. Lavoretti con materiali della natura. Prendete un sacchetto e fate un bel giro al parco. Riempitelo con qualche foglia caduta dall’albero, rametti secchi, margherite e qualche ciuffo d’erba. Dopo un pomeriggio di ricerca, potrete tornare a casa e realizzare un bel quadretto, incollando su un foglio tutti i tesori della natura che avrete trovato.

prato-fiorito

9. Dipingere le pietre. Anche in questo caso il divertimento all’aria aperta sta nella ricerca. Potete cercare pietre e sassi nei sentieri dei parchi. Preferite quelli più grandi e piatti, così a casa potrete realizzare delle vere opere d’arte utilizzando le tempere o i colori acrilici. Per avere un effetto ancora più artistico, quando il colore sarà asciutto, potete passare una mano di vernice lucida (la trovate nei colorifici, nei negozi di hobbistica o nei centri commerciali).
10. Visitare un parco a tema. Per non dimenticare le attività un po’ più culturali, vi suggerisco di portare i bambini a visitare un parco a tema, un museo all’aperto o un castello. Ce ne sono tantissimi, dall’AcheoPark alla Minitalia e li potete trovare tutti sul sito www.italiaparchi.it.

Ma siete ancora lì? Cosa state aspettando? Ora non avete più scuse: aprite la porta di casa e uscite a divertirvi con i vostri bambini!