La semplicità della scelta del vestito di Carnevale per i propri bambini è inversamente proporzionale alla loro età: minore è il numero di anni e maggiore è la facilità.

Talmente facile che per i primi anni di vita non ci siamo neanche posti il problema, niente vestito. Sono talmente piccoli che non percepiscono neanche la differenza con un piumino invernale: il costume serve solo per gli occhi, e per le macchine fotografiche, di genitori, nonni e parenti.

Costume di Carnevale da coniglio

Nelle giornate di Carnevale capita di vedere passeggini pieni di ignari bambini in pellicciotti di orsetti, cagnolini, gattini, leoncini. Uno zoo in miniatura. Qualcuno più audace si butta sulle favole e così spunta qualche Cappuccetto Rosso, così piccolo che il lupo lo mangerebbe veramente in un sol boccone. Altri osano addirittura la parrucca per similare una mini Pippi Calzelunghe con una capigliatura arancione e lunghe trecce.

Poi all’improvviso arriva il cambiamento. Bastano pochi anni perché i bambini, complice la frequentazione dell’asilo e il confronto con gli altri coetanei, inizino ad avere idee chiarissime sul vestito da indossare per il Carnevale. Non è più possibile che scelgano i genitori.
Vietati i costumi anonimi, il vestito di Carnevale deve avere nome e cognome.
Non una generica principessa ma Cenerentola o Biancaneve. E già loro iniziano a essere un po’ superate, bisogna essere aggiornati con le nuove uscite di film. Quindi, Rapunzel e, su tutti, Elsa di Frozen.

costume-carnevale-frozen

Non una generica mascherina da supereroe ma Spiderman, Superman. O SpongeBob, va bene anche se non ha superpoteri.
Ci vuole qualcosa che loro riconoscano quando si guardano allo specchio. E questo non basta, devono essere riconosciuti, e approvati, anche dai loro compagni.
Non è ancora arrivato il Carnevale e già mia figlia mi ha detto “Le mie amiche mi hanno detto che il mio costume non è bello come quello che hanno loro”.
Da un veloce sondaggio tra le amichette di mia figlia ho capito che questo Carnevale sarà gelato, viste le tantissime Principesse Elsa che vedremo in giro.
Ci vorranno veramente “caldi abbracci”…

 

Photo credits: Pinterest