Anche questa settimana affrontiamo insieme a tutti gli affezionati di “Fatti vostri”, all’interno della rubrica “Noi mamme”, un argomento molto interessante e spesso discusso: il ruolo dei nonni nella vita dei bambini.

I nonni sono una risorsa preziosa alla quale i genitori spesso possono appoggiarsi. La vita quotidiana, gli impegni, le preoccupazioni e, soprattutto, i moltissimi dubbi sull’educazione dei figli, se condivisi con altre persone che amano i bambini e li conoscono molto bene, aiutano mamma e papà a sentirsi meno soli nell’intraprendere questo viaggio meraviglioso, ma a volte faticoso. E chi meglio dei nonni può sostenere i genitori?

Certo, non sempre è facile trovarsi d’accordo sulla linea educativa da tenere, perché questo prevede l’imposizione di regole e molta fermezza, e i nonni spesso faticano a gestire questa parte importante della vita dei bambini.

Io consiglio ai genitori che mi chiedono come poter gestire una situazione di questo genere di valutare il tempo che nipoti e nonni passano insieme: se questi sono delegati ad occuparsi dei bambini quotidianamente e per una buona parte della giornata, allora è importante che ci si confronti e si trovi una linea educativa unica, sia da parte dei genitori che dei nonni. Qualora invece il tempo sia ridotto a qualche visita in settimana e solo per gioco, allora mamma e papà possono anche soprassedere ad abitudini e atteggiamenti diversi.

I bambini hanno bisogno di continuità e coerenza educativa per essere sereni. A scuola, a casa, nello sport, le regole devono essere applicate con lo stesso scopo: il rispetto degli altri e di se stessi. E anche se una punizione può costare molto a dei nonni innamorati dei propri nipoti, quando questi ne comprendono l’importanza, seguono con coerenza e fermezza i bambini anche dal punto di vista educativo e non solo affettivo.

D’altro canto, non si ci si può aspettare nulla di diverso: i nonni sono stati genitori, hanno dovuto assolvere il duro compito di educare al meglio i loro figli. Ora li vedono adulti, a loro volta genitori di esserini meravigliosi per i quali provano un amore incondizionato. In fondo non esistono ricordi migliori delle loro coccole e vizi, che rendono la vita dei bambini ancora più gioiosa!

Mamme e papà non siate gelosi di questo intenso legame: il ruolo genitoriale non può essere sostituito da nessuno. I bambini lo sanno e tante volte il vostro affetto è talmente scontato che non sentono la necessità di avervi accanto fisicamente, perché vi hanno nel cuore. Se però vi sentite minacciati e invasi, se la presenza di altre persone ostacola il progetto familiare che avete scelto di intraprendere, confrontatevi, ponete delle condizioni e regole e riprendete in mano la situazione, perché la serenità della vostra famiglia va difesa in ogni modo.

Altre volte, invece, i nonni non vogliono prendersi la responsabilità di tale ruolo e mamme e papà mi chiedono come poterli coinvolgere nella vita dei nipoti. Anche in questo caso ritengo che sia opportuno rispettare le decisioni e propensioni altrui, e ai più piccoli è bene non nasconderlo: soffrirebbero di più nel vivere un legame forzato e poco spontaneo. Potranno sopperire amici a parenti nel costruire con entusiasmo e spontaneità un rapporto affettivo con i bambini.