Correre per vincere. Niente medaglie, solo un paio di Manolo Blahink. No no, non emozionatevi. Non siete più in tempo. È una simpatica iniziativa di qualche anno fa. Ottanta metri sui tacchi a spillo per battere il Guinness dei primati della corsa sui tacchi. Non male vero? Forse per lanciarsi in pantaloncini e maglietta può aiutare anche una buona causa. Le iniziative sono tantissime, in tutte le città italiane, anche se devo dire – almeno secondo le mie ricerche – che tra le capitali del running Milano la fa da padrone. Per carità, attendo smentite 🙂

Si può correre anche per riappropriarsi delle strade della città. Che a volte sono così vuote da fare un po’ di paura. We own the night è una maratona non competitiva notturna per riconquistare gli angoli più bui di Milano, uno degli eventi di running in programma per la Road to Expo 2015. Per la prima edizione siete già in ritardo! Ma non disperate. Impugnate il calendario, inauguriamo una buona abitudine. Segnare con matitona rossa gli eventi che davvero non si devono perdere.

Ormai da ben sedici anni, nel mese di maggio, il capoluogo meneghino ospita Avon running, dove le donne corrono per la loro salute. E non sono poche: nella scorsa edizione della corsa benefica erano in 10mil. Gli incassi sono stati destinati alla Fondazione di Oncologia per un progetto alternativo all’intervento chirurgico al seno. Purtroppo sempre più attuali, le corse contro la violenza sulle donne. Insomma, per correre c’è sempre una buona occasione. Si incontrano gli amici, ci si tiene in forma e si fa anche qualche cosa di buono. E ora che anche il bel tempo ci assiste… Circa una settimana fa, Energizer Night Run, la corsa-festa in notturna con lieto fine: l’intera somma delle iscrizioni è stata infatti devoluta per sostenere la campagna Vogliamo Zero dell’Unicef per la lotta alla mortalità infantile. Che dire! Annotate, allacciate e correte.