Reduce da viaggi lunghissimi e a volte improbabili, tra nebbie pavesi e colline marchigiane, che si trattasse di guidare sul ghiaccio trainate da uno spazzaneve o districarsi tra la periferia milanese, l’ho sempre sospettato: le donne guidano meglio. Non sempre, ma quasi. Per noi la macchina è un banale mezzo di trasporto, che prima o poi ci porta a destinazione, possibilmente sane, salve e se va bene anche con il trucco rifatto. Una tana su misura con ombrelli scarpe maglie trucchi borse libri bottiglie d’acqua. Con la nostra macchina, siamo pronte a tutto, libere e serene. Anche se il pregiudizio maschile è sempre in agguato.

Il passeggero tipicamente maschio è il più delle volte semplicemente insostenibile. Vai troppo piano, troppo forte, troppo a destra, il motore è su di giri, giù di giri, lascia la frizione, cambia. Un incubo. Eppure mai come in macchina con una donna, puoi stare tranquilla. Difficile che acceleri per passare a tutti i costi con un arancione che ormai è rosso, improbabile assistere a un sorpasso azzardato o una corsa di rally cittadino da conato garantito.

Ma non  temete, il calvario sta per finire. Ora ho le prove, inconfutabili e cristalline. Come si suol dire, carta canta: la patente a punti compie dieci anni ed è tempo di bilanci. E guarda un po’, le donne al volante sono meglio degli uomini. Dati alla mano, solo il 25% dei punti è stato tolto alle guidatrici, tutto il resto ai guidatori. Le infrazioni più diffuse sono cinture di sicurezza, semafori rossi e limiti di velocità. Siamo meglio di voi. Dato spendibile per arginare l’ondata di critiche dei peggiori accompagnatori. Se non funziona e l’uomo al vostro fianco si ostina a recitare la parte dell’istruttore di scuola guida, scaricatelo. In tutti i sensi.

Ps Un modo infallibile per mettere a tacere il più ostinato dei passeggeri c’è. E’ uno scherzetto facile, molto consciuto, ma di sicuro effetto. Non proprio innocente, anche se il più delle volte non crea gravi danni. Non ve lo racconto perché non vorrei incitare alla violenza, ma c’entrano il freno e la cintura di sicurezza…